Agenzia Giornalistica
direttore Paolo Pagliaro

Il cinema di Michelangelo Antonioni
a dieci anni dalla morte

BigItaly focus
BigItalyFocus è un servizio di news quotidiane che offre informazioni e approfondimenti sul meglio della presenza italiana nel mondo. Dal lunedì al venerdì, offre un panorama di informazione completo che spazia dalle attività di cooperazione al made in Italy

Il cinema di Michelangelo Antonioni <br> a dieci anni dalla morte

(11 agosto 2017) “Professione: Reporter”, “Blow up”, “Deserto rosso”: sono solo alcuni dei capolavori di Michelangelo Antonioni che saranno proiettati a Stoccolma nell’ambito di una retrospettiva dedicata al grande regista italiano a dieci anni dalla sua scomparsa. La rassegna è organizzata dall’Istituto italiano di cultura di Stoccolma, in collaborazione con la Cineteca di Stoccolma (Filmhuset) e Folkuniversitet. I film verranno proiettati presso la Cineteca di Stoccolma fra il 19 agosto e il 30 settembre. Nell’ambito della manifestazione, Rinaldo Censi sarà ospite dell’Istituto di cultura il 29 agosto alle 18 per la conferenza "Antonioni e le arti", incentrata proprio sul rapporto fra Antonioni e le arti. Inoltre, il 30 agosto, Censi presenterà il film "Deserto rosso" prima della proiezione. Tra gli altri film in programma, “Zabriskie Point”, “L'Eclisse”, “La Notte”, “Chung Kuo – Cina”, “L'Avventura” e “Il Grido”. (Red)


LA SCHEDA / "PROFESSIONE: REPORTER"


La rassegna si apre il 19 agosto alle 10 con "Professione: Reporter" (1975). David Locke, un giornalista di successo, lanciatissimo nella professione ma ormai sazio e annoiato dalla vita, scopre un giorno l'opportunità di ricominciare tutto da capo: rinvenuto il cadavere di un uomo che gli somiglia, inscena una finta morte e assume l'identità del defunto.

(© 9Colonne - citare la fonte)