Agenzia Giornalistica
direttore Paolo Pagliaro

La “Giulietta” di Fellini in scena a Torino

Teatro
Dai palchi più prestigiosi agli spettacoli di provincia, lo "Speciale teatro" presenta ogni settimana le novità in cartellone in giro per l'Italia. Tra classici della commedia e della tragedia, opere, One man show, cabaret e "prime", le rappresentazioni teatrali vengono anticipate attraverso una descrizione sintetica dello spettacolo, della sua scenografia e dei suoi autori e interpreti, oltre a un piccolo vademecum con le date e gli orari.

La “Giulietta” di Fellini in scena a Torino

Ph. Tommaso Le Pera
Dal 10 al 20 giugno sarà in scena al Teatro Astra di Torino “Giulietta”, uno spettacolo di Valter Malosti da un racconto di Federico Fellini adattato per il teatro da Vitaliano Trevisan. Lo spettacolo è prodotto da TPE – Teatro Piemonte Europa ed ha debuttato la scorsa estate all’interno di Summer Plays, rassegna realizzata con il Teatro Stabile di Torino - Teatro Nazionale. Sul palcoscenico, nel ruolo della protagonista, Roberta Caronia – recentemente insignita del Premio della Critica Teatrale ANCT 2020 - una delle attrici più versatili e popolari della nuova generazione e già interprete di numerosi spettacoli diretti da Valter Malosti fra cui Il berretto a sonagli e Ifigenia in Cardiff. I costumi sono di Patrizia Tirino, le scene di Paolo Baroni, le luci di Francesco dell’Elba, le musiche originali di Giovanni d’Aquila, mentre il progetto sonoro, che include suoni e musiche di Nino Rota, Fatboy Slim e dello stesso Federico Fellini, è di Valter Malosti. Giulietta, l’unica opera narrativa di una certa consistenza pubblicata dal regista riminese, è un racconto di cui Fellini stesso suggerì la stampa, in lingua tedesca, per l’editore svizzero Diogenes nel 1989. Si tratta della prima idea-soggetto di quello che nel 1965 diventerà il film Giulietta degli spiriti: un “trattamento”, ovvero la fase intermedia tra il soggetto e la sceneggiatura. Una sorta di film semilavorato. Scritto curiosamente tutto in soggettiva come un flusso di coscienza della protagonista.

TORNA IN UMBRIA “NARNI CITTA’ TEATRO”
Dopo il successo della prima edizione, torna Narni Città Teatro, la manifestazione presentata in Umbria, da LVF, di Ilaria Ceci e Davide Sacco, direttore artistico insieme a Francesco Montanari, per la prima volta al timone del festival, organizzato grazie al sostegno del Comune di Narni. Claim della seconda edizione di Narni Città Teatro è “Cadute necessarie”, a sottolineare la necessità di cadere per ritrovarsi, reagire con coraggio e rialzarsi celebrando la vita e l’arte, strumenti indispensabili per far fronte alla realtà che ci circonda. Da venerdì 18 a domenica 20 giugno, quindici eventi tra prosa, danza, circo, performance, mostre, musica, spettacoli e installazioni animeranno, coloreranno e abiteranno i vicoli e il centro storico narnese, portando un trionfo di arte, poesia, bellezza, con importanti nomi della scena italiana e internazionale, e anteprime assolute. Lo spettacolo dal vivo tornerà, dunque, a illuminare i palcoscenici del Teatro Comunale Manini e l'Auditorium Bortolotti, per poi spostarsi all'aperto, a Piazza dei Priori, al Chiostro di Sant’Agostino, all’Ala Diruta (ex Refettorio Sant’Agostino), con un appuntamento nella frazione di Stifone, in cui prenderanno corpo eventi di prosa, danza, musica, performance e arti visive per tre intere giornate. Evento simbolo del Festival sarà “Look”, una performance inedita nella spettacolare cornice di Stifone il 18 giugno, che unisce nuoto sincronizzato, musica e danza, con la Movin’Beat Company di Antonella Perazzo, la presenza di Francesco Montanari e la partecipazione straordinaria di Manila Flamini, campionessa del mondo e capitana della nazionale italiana di nuoto sincronizzato, per lasciare poi spazio a “Cazacu’s fontane danzanti- La danza dell’acqua e del fuoco”, di e con Luana Cazacu, uno spettacolo suggestivo, affermato a livello sia nazionale che internazionale, in cui tutto si trasforma per offrire uno splendido piacere visivo e musicale con 2.113 zampilli, 95 luci di colore subacquee, 54 pompe, 1.073 effetti coreografici, che renderanno magica Piazza dei Priori. Seguirà al Teatro Manini, in anteprima assoluta per il festival, il nuovo atteso show di Giorgio Montanini.

MATTEO MACCHIONI TORNA LIVE
Dopo un lungo periodo lontano dalla scena teatrale a causa della pandemia che ha colpito il mondo, Matteo Macchioni è pronto per tornare a calcare i palchi nazionali e internazionali portando il bel canto italiano in giro per mondo. Tra i primi appuntamenti già confermati il 12 giugno al Teatro Verdi di Trieste (Riva Tre Novembre, 1 – inizio concerto ore 20.00), nel ruolo di tenore solista nello Stabat Mater di Gioachino Rossini, e il 24 giugno in Piazzale della Rosa a Sassuolo per un live recital speciale, in cui il tenore interpreterà brani da celebri opere di Donizetti, Rossini, Mascagni, Puccini e tanti altri…(ingresso libero su prenotazione info@gpeventi.it/331 7425335 – inizio concerto ore 21.00). Dopo la sua prima esperienza come primo tenore ufficiale ad Amici di Maria De Filippi nel 2009, l’arista modenese ha calcato i palcoscenici di alcuni fra i più prestigiosi Teatri d’Opera e sale da concerto del mondo, tra i quali il Teatro alla Scala di Milano, il Teatro Regio di Parma, il Teatro del Bicentenario di León in Messico, l’Opera di Lipsia in Germania, la Royal Opera di Copenaghen in Danimarca, la Welsh National Opera di Cardiff in Gran Bretagna, la Grand Concert Hall del Conservatorio Statale di Musica "P. I. Čajkovskij" e la International House Of Music di Mosca, l’Auditorium Parco della Musica di Roma e molti altri. In scena ha interpretato importanti ruoli di personaggi di celebri opere, come il “Barbiere di Siviglia”, “Cenerentola”, “Guillaume Tell”, “Elisir d’amore, “Don Pasquale”, “Madama Butterfly”, “Nozze di Figaro”, “Billy Budd”, “Don Giovanni”, “La Gazza Ladra”, “Così fan tutte” e tante altre. Ha partecipato a numerosi festival in Italia e all’estero, tra i quali il Rossini Opera Festival, lo Stresa Festival, il Donizetti Festival Opera di Bergamo, il Bregenzer Festspiele in Austria, il Festival Tirolese di Erl, il Luglio Musicale Trapanese, il Festival Como Città Della Musica e il Maggio Musicale Fiorentino. Nel 2019 ha dato il via ai Concerti di Natale, speciali tour di musica sacra in alcune delle più suggestive e storiche chiese italiane che hanno riscontrato un grande successo di critica e di pubblico. Nel 2020 ha festeggiato i suoi primi 10 anni di carriera esibendosi in un suggestivo concerto a Sassuolo, sua città di origine. Nel mese di dicembre avrebbe dovuto tenersi la seconda stagione dei Concerti di Natale, ma gli appuntamenti sono stati annullati per via dell’emergenza sanitaria. L’artista si è però esibito in un emozionante concerto simbolico in diretta streaming dal duomo di San Giorgio a Sassuolo portando direttamente a casa dei suoi fan l’intensa magia di Natale.

ALESSIO BONI E MARCELLO PRAYER AL MAGGIORE DI VERBANIA CON “ANIMA SMARRITA”
Riparte l’estate culturale del Centro Eventi Il Maggiore di Verbania che, dopo quasi un anno di chiusura, è pronto a riaccendere i riflettori sul meglio della prosa, della musica, dell’opera, della danza e una serie di appuntamenti dedicati al 700° anniversario della morte di Dante Alighieri. Il primo appuntamento è per sabato 5 giugno con lo spettacolo Anima Smarrita, a cura di e con Alessio Boni e Marcello Prayer. Primo della rassegna dedicata a Dante Alighieri, la sua distribuzione è a cura di AidaStudio Produzioni. In un gioco di riflessi, disvelamenti e apparizioni, le voci recitanti dei due protagonisti si alternano intrecciandosi per diventarne una sola, nella nudità scenica a servizio della parola. Al tumulto fonico delle terzine di Dante si affiancano testimonianze audio di poeti del Novecento italiano, uniti tutti dall’amore verso la Visione dantesca: si parte da Jorge Luis Borges per arrivare fino a Pier Paolo Pasolini e Domenico Modugno (Il mio folle amore), passando - in ordine - per Stefano Carrai (Scuola Normale Superiore di Pisa), Giorgio Albertazzi (annuncio morte Beatrice), Giorgio Caproni, Giuseppe Ungaretti, Eugenio Montale, David Maria Turoldo, Carmelo Bene e Massimo Troisi. “Come ci ha insegnato il nostro maestro Orazio Costa Giovangigli - commentano Alessio Boni e Marcello Prayer - l’individuo, grazie alla Poesia, ha la rivelazione di una zona del suo essere quanto mai segreta e intensa. E una volta che essa è rivelata, lo spettatore la conserva sempre”.

Questi gli altri spettacoli in programma:
Domenica 13 giugno (ore 21.00 - sala teatrale): CONCERTO VERSATILE
Giovedì 17 giugno (ore 21.00 - sala teatrale): I MONOLOGHI DELLA VAGINA con ROBERTA LIDIA DE STEFANO, ALESSANDRA FAIELLA, EVA RICCOBONO, MARINA ROCCO, LUCIA VASINI e con la regia di EMANUELA GIORDANO.
Mercoledì 30 giugno (ore 21.00 - arena): BESTIA CHE SEI
Sabato 3 luglio (ore 21.00 - arena): NON SVEGLIATE LO SPETTATORE
Domenica 4 luglio (ore 21.00 - sala teatrale): ORCHESTRA I POMERIGGI MUSICALI
Venerdì 9 luglio (ore 21.00 - arena): CARMEN/BOLERO
Martedì 13 luglio (ore 21.00 - arena): AMEN, con la presenza di MASSIMO RECALCATI.
Venerdì 16 luglio (ore 21.00 - arena): CI VUOLE ORECCHIO: ELIO CANTA E RECITA ENZO JANNACCI.
Domenica 18 luglio (ore 21.00 - arena): GRAN GALÀ PER LA GIORNATA MONDIALE DELLA DANZA.
Venerdì 23 luglio (ore 21.00 - arena): VORREI ESSERE FIGLIO DI UN PADRE FELICE.
Sabato 31 luglio (ore 21.00 - arena): LA BIMBA COL MEGAFONO (Istruzioni per farsi ascoltare).
Sabato 7 agosto (ore 21.00 - arena): GIANNI SCHICCHI, opera comica in un atto di Giacomo Puccini, con libretto di Gioacchino Forzano, secondo spettacolo della rassegna dedicata a Dante Alighieri.
Giovedì 26 agosto (ore 21.00 - sala teatrale): SCRITTO SUL MIO CORPO
Venerdì 3 settembre (ore 21.00 - sala teatrale): INTELLETTO D’AMORE
Sabato 11 settembre (ore 21.00 - sala teatrale): MA MISI ME PER L’ALTO MARE APERTO
Venerdì 24 settembre (ore 21.00 - sala teatrale): ORCHESTRA VERDI DI MILANO
Con Cristiana Pegoraro al pianoforte e la Direttrice Elena Casella.

(© 9Colonne - citare la fonte)