Agenzia Giornalistica
direttore Paolo Pagliaro

DE MAGISTRIS: DI BATTISTA?
POTREMMO FARE TANTO

DE MAGISTRIS: DI BATTISTA? <br> POTREMMO FARE TANTO

L’ex sindaco di Napoli Luigi De Magistris lancia il movimento di cui è leader, Unione Popolare, in vista delle elezioni del 25 settembre, con uno sguardo rivolto, come lo stesso afferma sulle colonne de “La Stampa”, a pacifisti, ambientalisti, a chi vuole diritti e giustizia sociale. E a delusi del Movimento 5 Stelle. Ed è proprio a una delle figure di riferimento del partito grillino, Alessandro Di Battista, che De Magistris guarda con interesse: “C'è un dialogo: ci sono molti più punti in comune tra me e lui che tra lui e Conte. Se avesse voglia di partecipare al nostro progetto si potrebbero fare tante cose insieme. Sarei ben felice se si creasse qualcosa di più di un dialogo con Di Battista”. Molto più feeling, quindi, con Di Battista che con l’ex premier, sul quale De Magistris dice: “Gli abbiamo offerto un salvagente politico importante. Rompi con il Pd? Bene, sei serio? No, ormai fa parte del sistema. Sono più vicino io di lui alla base dei Cinque Stelle”. Una sferzata, poi anche ai segretari di Sinistra Italiana ed Europa Verde, Fratoianni e Bonelli: “La stragrande maggioranza del loro elettorato vorrebbe che andassimo insieme, ma hanno scelto un accordo di potere e poltrone”. De Magistris si dice convinto dell’ingresso in Parlamento di Unione Popolare e del superamento della soglia di sbarramento del 3%: “Potremmo essere decisivi, dopo le elezioni, per formare un governo alternativo alla destra”. (5 ago – feb)

(© 9Colonne - citare la fonte)