Agenzia Giornalistica
direttore Paolo Pagliaro

L’AMERICA LATINA
PREVEDE 400MILA MORTI

L’AMERICA LATINA <BR> PREVEDE 400MILA MORTI

Oltre al Brasile, in Sudamerica è ormai in piena emergenza anche la Colombia, che ha superato nelle ultime ore i 100mila contagi totali, circa quattro mesi dopo la comparsa del virus sul proprio territorio. La quarta economia dell’America Latina, dove vivono 50 milioni di persone, ha registrato nelle ultime 24 ore 136 nuovi decessi che ne portano il totale a 3.470. Nonostante il governo di centrodestra sostenga che si tratti di cifre inferiori rispetto a quelle di altri paesi sudamericani, i contagi e i decessi sono considerevolmente accelerati dopo la decisione, di ammorbidire le misure di deconfinamento (che era scattato il 25 marzo) presa dal presidente Ivan Duque a fine aprile. L’allarme comunque cresce nella totalità dell’America Latina, dove secondo diversi modelli epidemiologici – ha reso noto l’Organizzazione panamericana della sanità (Ops) - entro i prossimi tre mesi il totale dei morti da Covid potrebbe oltrepassare le 400mila unità in mancanza di più rigide misure di contenimento. Al momento, oltre a quelli già citati, si registrano dati pesanti nei seguenti stati: Perù (288.477 contagiati e 9.860 morti) e Cile (282.043 e 5.753), Messico (231.770 e 28.510), Argentina (67.197 e 1.351), Ecuador (58.257 e 4.576), Repubblica Dominicana (33.387 e 754), Panama (34.463 e 645) e Bolivia (32.219 e 1.123).  (2 LUG / deg)

(© 9Colonne - citare la fonte)