Agenzia Giornalistica
direttore Paolo Pagliaro

Le mamme di Peppa
e quella di Pinocchio

Le mamme di Peppa <br> e quella di Pinocchio

Isabella Liberatori

A pochi giorni dalle elezioni per il rinnovo del Parlamento che avrà nuovi numeri e nuove regole, nel bel mezzo di una crisi economica dovuta dai contraccolpi di una guerra in corso in Europa, con l’inverno alle porte e molte difficoltà nelle forniture di gas dovute alle chiusure strategiche decise dalla Russia e al lievitare dei prezzi dell’energia, i rappresentanti dei partiti politici italiani discutono di un cartone animato e dell’opportunità di mandarlo in onda sulle reti tv nazionali.
Nel mondo di Peppa Pig infatti è arrivata  la famiglia arcobaleno, formata da due mamme e un figlio. Con una decisione  coraggiosa, gli autori dell’amatissimo   cartoon che racconta vita e avventure della famosissima maialina antropomorfa, hanno scelto di allargare la loro narrazione tenendo presenti usi e costumi della contemporaneità.
Del resto le storie di Peppa, star mondiale dei cartoni nata in Inghilterra, diffusa e doppiata ovunque, devono il loro successo planetario alla  descrizione semplice e allegra di scene di vita quotidiana, specchio  della società. Anche di quella  fatta di tanti tipi di  famiglie.
Nell’episodio intitolato appunto “Famiglie”, Penny Polar Bear, un amico di Peppa -  nel descrivere la propria famiglia racconta: “Io vivo con la mia mamma e l’altra mia mamma. Una mamma fa il dottore, l’altra cucina spaghetti. E io adoro gli spaghetti”. A gridare allo scandalo, in particolare, i rappresentanti di Fratelli d’Italia, il partito guidato da Giorgia Meloni che viene data favorito dai sondaggisti elettorali.
Una sola cosa possono sperare i ragazzi e cioè che i paladini della famiglia tradizionale non si ricordino che Pinocchio è figlio di un uomo solo; Qui, Quo e Qua, vivono con uno zio single, il Papà di Biancaneve si era risposato mentre Bella si è innamorata addirittura di una Bestia.    

 

(© 9Colonne - citare la fonte)