Agenzia Giornalistica
direttore Paolo Pagliaro

'I RISERVISTI SERVONO, FAREMO LEGGE DELEGA'

'I RISERVISTI SERVONO, FAREMO LEGGE DELEGA'

 “Dobbiamo prepararci a tempi in cui difesa e sicurezza diventeranno prioritari. Anzi, rappresenteranno i prerequisiti per la sopravvivenza dell’economia affinché le nazioni possano preservare produzione e prosperità”. Lo afferma Guido Crosetto, ministro della Difesa, in una intervista a La Verità. E torna sulla sua riflessione in merito al ricorso ai riservisti che ha suscitato diverse reazioni: “I soliti professionisti della polemica hanno speculato su questa frase. Mettiamola così: il lavoro del ministro della Difesa consiste nel preparare la nazione a poter affrontare tutti gli scenari, anche quelli peggiori. Speriamo che le tensioni nel mondo scemino, ma se invece continuassero a salire ogni nazione dovrebbe lavorare per essere pronta a ogni evenienza. Tra le tante necessità, quella di poter attivare una riserva, al fianco delle Forze armate regolari, non è da escludere. Come avviene in Svizzera”, “è allarmismo farsi l’assicurazione sulla vita? No, è realismo. I riservisti sono volontari che si rendono disponibili a scendere in campo per la difesa nazionale in caso serva. Prima però, servirà una legge con relativi fondi: non è una cosa che si mette in piedi dall’oggi al domani. Ci lavorerà il governo con una legge delega”. “Quando parlo di attacchi non penso solo a quelli militari classici, perché come ho detto la guerra oggi ha mille facce. Siamo sottoposti ad attacchi cibernetici, ad aggressioni alla libertà di navigazione, al blocco delle materie prime, del gas e della rete Internet. Oggi la guerra si fa anche scaricando milioni di immigrati in territorio altrui, o polarizzando l’opinione pubblica con il sapiente utilizzo delle fake news” aggiunge. (redm)

(© 9Colonne - citare la fonte)